La sostenibilità dei sistemi costruttivi a secco

La sostenibilità è un concetto molto vasto, che comprende diversi aspetti della vita degli edifici: a partire dal processo di nascita dei componenti, al loro assemblaggio in cantiere, dalla vita dell’edificio una volta che viene utilizzato, fino alla sua demolizione.

Che cosa significa costruzione a secco?

E’ una tecnica in cui la struttura edilizia è realizzata attraverso l’unione di due o più componenti diversi, uniti attraverso tecnologie di giunzione di tipo meccanico e resi solidali attraverso una logica costruttiva precisa, senza l’impiego di materiali di connessione, destinati a consolidarsi dopo la posa come collanti o sigillanti.

La definizione e il raggiungimento della sostenibilità sono molto complessi e coinvolgono svariati aspetti che non possono prescindere dalla sua storia costruttiva, dalla gestione dell’edificio e dalla sua riqualificazione o demolizione finale.

In un contesto in cui l’architettura moderna in Italia guarda con particolare attenzione ed entusiasmo all’utilizzo di sistemi costruttivi di elevato contenuto tecnologico per far fronte alle esigenze funzionali ed estetiche dell’opera ma anche ad esigenze organizzative e gestionali del processo di costruzione, i sistemi costruttivi a secco assumono un ruolo protagonista grazie agli elevati livelli raggiunti dai sistemi, dai materiali in commercio e dalle tecniche di lavorazione e montaggio.

Con il termine sistemi costruttivi “a secco” viene individuato l’utilizzo nella realizzazione di un’opera di materiali e componenti prefabbricati attraverso un processo industrializzato.

I principali vantaggi dei sistemi costruttivi a secco

  • Pianificazione e controllo capillare del processo di costruzione e utilizzo di materiali e componenti di qualità garantita e certificata.
  • Riduzione e certezza dei costi e dei tempi di costruzione.
  • Piena libertà di pensiero nella progettazione architettonica per forme, geometrie e requisiti.
  • Riduzione dei tempi (e conseguente riduzione di costi) del cantiere e delle sue infrastrutture con riduzione dell’impatto di esso sul contesto urbano limitrofo.
  • Riduzioni delle opere di fondazione grazie alla maggior leggerezza delle strutture.
  • Riduzione degli ingombri e notevoli distanze tra i pilastri con conseguente aumento degli spazi interni e maggior duttilità degli stessi.
  • Raggiungimento di ambiziosi obiettivi certificabili per i requisiti di isolazione termica, acustica, antincendio, con l’eliminazione di ponti termici ed acustici nell’edificio.
  • Integrabilità con le reti tecnologiche, ispezionabilità ed accesso agli impianti meccanici ed elettrici che vengono realizzati secondo schemi e passaggi precisi, senza la consueta discrezionalità di cantiere e senza necessità di demolizione alcuna.
  • Piena rispondenza, senza alcun costo aggiuntivo, alle nuove esigenze antisismiche (D.M. 14/01/2008).
  • Durabilità e ridotta manutenzione delle opere (praticamente nulla nella maggior parte dei casi).
  • Flessibilità massima e facilità esecutiva nel momento di rivisitazione degli spazi, di ampliamento o cambio di destinazione d’uso dell’edificio o di singole parti di esso.
  • Abbattimento del costo di demolizione delle opere che risultano altamente riciclabili.

CSM Acciaio ogni giorno sfrutta le potenzialità di questo sistema a secco, realizzando strutture leggere ma solide anche dal punto di vista sismico e soprattutto favorevoli dal punto di vista dell’ambiente.

Siamo contenti ogni giorno di lavorare con questo grande materiale, per donargli forme e strutture sempre diverse e dal design unico e all’avanguardia.

Ti interessano le strutture in acciaio di CSM? Allora contattaci!

button-contattaci-subito-tappetiartigianalicaruso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here