I profili in acciao per l’edilizia: un’arma fondamentale per l’architettura

Vetro, ferro e cemento armato sono i principali protagonisti dell’architettura d’avanguardia fin dalla seconda metà del XIX secolo, definendo quello che ad oggi è il linguaggio del Movimento Moderno.

L’EVOLUZIONE DELL’ACCIAIO

Dapprima ghisa e successivamente acciaio, ha avuto un ruolo essenziale per la costruzione degli edifici simbolo dell’era industriale, tra cui la costruzione di grandi capannoni, centri commerciali, stazioni ferroviarie e grattacieli.

Una tendenza mai scomparsa, l’acciaio è l’unico materiale tutt’ora disponibile per costruire la struttura portante di edifci alti come le Petronas Tower di Kuala Lumpur (452 metri) o il Burj Khalifa a Dubai, alto 830 metri e costruzione artificiale più alta del mondo.

Agli inizi, gli elementi strutturali in ghisa o in acciaio, spesso con decorazioni floreali tipiche dello stile liberty, erano realizzati su misura per fusione a stampo ma già negli anni 30, con lo sviluppo di grattacieli sempre più alti si diffusero i profilati industriali, simili a quelli moderni.

PROFILI IN ACCIAIO PER L’EDILIZIA: I VANTAGGI

Le applicazioni principali per i profilati in ferro o acciaio sono gli utilizzi strutturali, sia per l’esecuzione di infrastrutture ed edifici molto grandi, sia per le costruzioni più modeste come tettoie, pensiline o soppalchi.

I profili metallici sono molto comuni anche per la realizzazione di:

  • Cordoli sommitali nel miglioramento sismico degli edifici storici;
  • Architravi di porte e finestre, soprattutto in edifici esistenti;
  • Cerchiature per l’apertura di nuove bucature nelle murature portanti degli edifici esistenti;
  • Consolidamento di vecchi solai in legno, in particolare con la funzione di rompitratta per le travi maestre.

I VANTAGGI

Questo materiale offre numerosi vantaggi:

  • Un’alta standardizzazione con delle tolleranze dimensionali estremamente piccole, le quali rendono possibile una grande precisione sia in fase progettuale che d’esecuzione;
  • La prefabbricazione spinta, vantaggiosa nelle realizzazioni più complesse perché si possono assemblare fuori opera anche elementi completi come capriate oppure travi reticolari;
  • Prestazioni meccaniche eccellenti con un’elevata resistenza a trazione e compressione;
  • Elasticità;
  • Duttilità;
  • Scarso peso in base alle sollecitazioni meccaniche suppportate grazie alle piccole dimensioni degli elementi portanti;
  • Ottima lavorabilità, in relazione al taglio a misura dei pezzi e all’esecuzione di giunzioni saldate o bullonate.

Profili in acciaio per l’edilizia: caratteristiche, formati e prestazioni

L’acciaio, come abbiamo già detto, è una lega di ferro e carbonio, il cui contenuto ne determina la qualità.

Gli acciai da carpenteria metallica, ovvero quelli utilizzati per la costruzione di strutture portanti e dispositivi di fissaggio come bulloni o rivetti, sono generalmente di tipo dolce o semidolce, dotati di una percentuale di carbonio tra lo 0,15 e lo 0,25%.

I prodotti siderurgici sono essenzialmente costituiti da lamiere lisce, nervate o grecate, utilizzate soprattutto nella costruzione di impalcati di passerelle e solai o il tamponamento di pareti verticali in capannoni ed edifici industriali.

Dalle piastre, utili per l’esecuzione dei fazzoletti di raccordo nelle giunzioni delle travi reticolari o dei nodi travi e pilastri, infine dai profilati a sezione chiusa o aperta.

Le giunzioni degli elementi strutturali, in particolare l’unione di più profili o i nodi trave-pilastro, possono essere di tre tipi: giunzioni chiodate, attualmente cadute in disuso ma ancora visibili per esempio nella Torre Eiffel, bullonate o saldate.

CSM Acciaio realizza profili in acciaio per l’edilizia, in particolare per i settori commerciale, residenziale e oil & gas con la costruzione di case, cappannoni industriali e realizzazioni su misura per Macchine industriali, chimico, oil & gas e acqua.

Per saperne di più, non esitare a contattarci!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here