Scale di sicurezza esterne in acciaio per un’evacuazione sicura

In caso di incendio o terremoto, è essenziale abbandonare al più presto gli edifici. Le vie di sicurezza hanno quindi un ruolo più che fondamentale.

Tra queste ci sono le scale di sicurezza, una delle vie più importanti e vulnerabili in caso di pericolo.

Esse infatti hanno una duplice funzione: consentire una rapida fuga per chi si trova all’interno dell’edificio ed essere allo stesso tempo un accesso diretto e veloce per i soccorritori.

Ma nonostante ciò, le scale possono essere anche la via principale di pericolo, diventando pericolose e talvolta impraticabili in quanto diventando un’ottima via per la propagazione delle fiamme, del fumo e del calore oppure, in caso di terremoto, tendono a danneggiarsi e crollare durante una scossa di terremoto.

Come si risolve quindi questo problema? vi sono 3 modi:

1. Negli edifici di nuova costruzione, realizzare apposite scale protette o a prova di fumo progettate secondo rigorosi criteri antisismici;

2. Negli edifici esistenti, anche di pregio storico o artistico, quando possibile trasformare le scale per farle resistere ad una scossa di terremoto;

3. Negli altri casi o come garanzia aggiuntiva per la sicurezza, installando una scala di sicurezza esterne in acciaio.

Scale di sicurezza esterne in acciaio: prescrizioni e collocazione ottimale

Le scale di sicurezza esterne in acciaio, sono generalmente realizzate con elementi metallici prefabbricati, ancorati saldamente alle murature perimetrali.

Le scale di sicurezza esterne in acciaio, possono diventare indispensabili anche in condomini con molti piani.

L’installazione di una scala di sicurezza è obbligatoria infatti negli edifici residenziali con altezza antincendio di almeno 12 metri, una superficie minima di competenza per ogni scala di 600 metri quadrati e in cui non sia possibile accostare le autoscale dei Vigili del Fuoco ad una finestra o balcone per piano.

Nonostante ciò però, le scale esterne o “antincendio” devono rispettare rigorosi criteri progettuali in base sia alla loro collocazione sia alle caratteristiche tecniche.

Come  prima cosa, la scala di sicurezza va posta lontano dai locali soggetti al rischio di esplosione o in cui si possono verificare incendi come nelle cucine, laboratori, depositi di materiale infiammabile, centrali termiche e cisterne di metano e gasolio.

E’ previsto infatti un distacco dall’edificio non meno di 250cm con un accesso ai pianerottoli garantito da passerelle protette con setti a tutta altezza di materiali non combustibili o con adeguata resistenza al fuoco.

Le caratteristiche tecniche delle scale di sicurezza esterne in acciaio

  • Struttura autoportante in materiale non combustibile, solitamente cemento armato per le scale costruite in opera oppure elementi metallici per quelle prefabbricate;
  • Un accesso alla scala attraverso una porta per ogni piano dotata di un’apertura verso l’esterno, maniglione antipanico a spinta e meccanismo di apertura o serratura per impedire eventuali intusioni dall’esterno;
  • Una pavimentazione non sdrucciolevole, in grado di impedire ristagni di acqua o accumuli di neve e ghiaccio, che possono costituire un serio pericolo di caduta rallentando di molto l’evacuazione;
  • Un parapetto su entrambi i lati con altezza di almeno 100 centimetri e non attraversabile da una sfera con diametro di 10 centimetri;
  • Una larghezza minima non inferiore a 120 cm;
  • Assenza di sporgenze o rientranze, elementi pericolosi come ganci, chiodi o bulloni e di improvvisi aumenti o diminuzioni di larghezza;
  • Un corrimano a scomparsa collocato in un incavo o con una sporgenza non maggiore di 8 cm;
  • Rampe con un numero di gradini compreso fra 3 e 15;
  • Gradini a pianta rettangolare con pedata di 30 cm e alzata massima di 17 centimetri.

Le tipologie di scale di sicurezza esterne in acciaio

Esistono 3 tipologie di scale di sicurezza esterne:

  • A rampa rettilinea: hanno un ingombro molto limitato ma una lunghezza  notevole e sono comuni negli edifici a due o tre piani con ampie facciate come palestre, cinema multisala, capannoni e centri commerciali.
  • A due rampe: è la tipologia più diffusa, con pianerottoli rettangolari o semicircolari. Solitamente il lato lungo della scala è perpendicolare alla facciata dell’edificio e la struttura può essere in aderenza o leggermente staccata. E’ ideale per i condomini multipiano e gli edifici pubblici come scuole, biblioteche, uffici o ospedali.
  • A chiocciola: sono più rare perschè la fruizione è più scomoda e tecnicamente sono complesse da realizzare. Sono indicate per l’installazione in spazi ristretti come cavedi, piccoli cortili o rientranze.
progettazione scale di sicurezza
Scale in acciaio esterne
progettazione scale di sicurezza
Scale di sicurezza in acciaio a chiocciola

scale di sicurezza in acciaio

Grazie all’acciaio, si possono costruire scale di sicurezza sia per uso privato che per uso interno, incontrando fin da subito il gusto personale del cliente.

Inoltre, è molto più semplice con l’acciaio sostenere carichi industriali, interi edifici, muri alti, pannelli di rivestimento e pareti soggette al vento.

Se hai bisogno di una soluzione in acciaio per le scale di sicurezza sia interne che esterne, non esitare a contattare gli esperti di CSM Acciaio:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here