NTC 2008: Norme Tecniche per le Costruzioni in acciaio

Dal 1 luglio 2009, con l’entrata in vigore delle NTC nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, il quadro normativo italiano ha subito un significativo cambiamento coinvolgendo tutte le figure della filiera delle costruzioni, dal progettista, al produttore, al trasformatore, al costruttore metallico, ai direttori lavori.

I PRODOTTI UTILIZZATI

Secondo queste normative, il materiale ed i prodotti per uso strutturale utilizzati nelle opere devono rispondere ai requisiti indicati nelle normative.

In particolare, nelle Norme Tecniche per le Costruzioni del 14/04/2008 si legge:

Il materiale ed i prodotti per uso strutturale devono essere:

  • IDENTIFICATI dal produttore, attraverso procedure applicabili;
  • QUALIFICATI sotto la responsabilità del produttore;
  • ACCETTATI da chi dirige i lavori attraverso acquisizione e verifica della documentazione di qualificazione, così come tramite prove sperimentali di accettazione.

Nello specifico, per quanto attiene l’identificazione e la qualificazione, possono verificarsi i seguenti casi:

  • A: materiali e prodotti ad uso strutturale per i quali sia disponibile una norma europea armonizzata (marcatura CE);
  • B: materiali e prodotti ad uso strutturale per i quali non sia disponibile una norma europea armonizzata;
  • C: materiali e prodotti ad uso strutturale innovativi o non ricadenti nelle tipologie A e B.

DALLA NORMATIVA ( NTC 2008 cap. 11 par. 11.1)

– Per i materiali e prodotti recanti, la marcatura CE sarà responsabilità del direttore dei lavori.

Nella fase di accettazione sarà opportuno essere certi del possesso della marcatura e richiedere ad ogni fornitore, per ogni tipo di prodotto, il Certificato ovvero la Dichiarazione di Conformità.

Sarà inoltre responsabilità del direttore lavori, verificare che questi prodotti rientrino nelle tipologie, classi e/o famiglie previste nella detta documentazione.

– Per i prodotti senza marcatura CE, il direttore dei lavori avrà il compito di verificare il possesso e il regime di validità dell’attestato di qualificazione (B) o del certificato di idoneità tecnica dell’impiego (C) rilasciato dal servizio tecnico centrale del consiglio superiore dei lavori pubblici.

– ogni fornitura di acciaio per cui non sussiste l’obbligo di marcatura CE deve essere accompagnato dalla copia dell’attestato di qualificazione del servizio tecnico centrale.

Sarà compito del direttore dei lavori, prima della messa in opera,  verificare quanto precedentemente indicato e rifiutare le forniture non conformi.

– Le forniture in cantiere di elementi presaldati, presagomati o preassemblati deve essere accompagnata da:

  • Dichiarazione su documento di trasporto degli estremi dell’attestato di avvenuta dichiarazione dell’attività;
  • Attestazione inerente l’esecuzione delle prove di controllo.

– E’ responsabilità del datore di lavoro verificare quanto precedentemente indicato e rifiutare le eventuali forniture non conformi, ferme restando le responsabilità del centro di trasformazione.

Il collaudatore dovrà prendere atto della documentazione che riporterà, nel certificato di collaudo, gli estremi del centro di trasformazione che ha fornito l’eventuale lavorato.

CSM Acciaio, seguendo le NTC 2008 esegue costruzioni in acciaio di ogni tipo, commissionate dal cliente.

Devi realizzare una struttura in acciaio?

Save

Save

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here