Qual è il ruolo dell’acciaio nel sisma?

Le terribili immagini del sisma che ha colpito le regioni del centro Italia sono ancora vive nelle nostre menti, andandosi a sommare, tristemente, a quelle del sisma in Abruzzo e in Emilia.

CSM Acciaio, portavoce della realizzazione di costruzioni industriali e civili in acciaio, spiega qual è il ruolo di questo materiale, soprattutto in ottica antisismica.

Quali sono le soluzioni migliori a fronte del rischio sismico?

Sono i sistemi strutturali basati su materiali duttili e leggeri, come l’acciaio, che risultano essere i più idonei e sicuri di fronte agli eventi sismici, infatti, le costruzioni in acciaio sono ampiamente diffuse in quelle aree geografiche dove i terremoti risultano particolarmente intensi e dove la cultura della costruzione anti-sismica è ormai consolidata, come Stati Uniti e Giappone.

L’efficienza dell’acciaio di fronte alle azioni sismiche risiede nella sua elevatissima duttilità che può raggiungere livelli di dissipazione di energia che sono preclusi agli altri materiali strutturali, proprietà che sommata ad un processo costruttivo che prevede la prefabbricazione e la connessione a secco consente la realizzazione di strutture leggere sottoposte ad azioni sismiche più contenute.

Grazie alle sue proprietà meccaniche, l’acciaio garantisce un ottimo rapporto tra peso e resistenza permettendo la realizzazione di edifici più leggeri fino al 50% rispetto ai metodi costruttivi tradizionali.

Un vantaggio evidente nelle zone a rischio sismico.

A questo va sommato che l’acciaio è idoneo anche per interventi di ristrutturazione e di adeguamento sismico degli edifici in muratura o cemento armato lesionati e di edifici di alto valore storico, rispettandone la ricchezza architettonica.

Le novità degli ultimi anni

Bisogna prima precisare che l’azione sismica è un’azione di tipo dinamico e, una costruzione efficace in zona sismica parte dall’individuazione dei parametri principali che governano il problema.

La risposta sismica può essere migliorata adottando due diverse strategie:

  • La prima che interviene sul periodo proprio della costruzione grazie all’introduzione di un sistema flessibile in grado di ridurre le forze sismiche tra la fondazione solidale al terreno e la parte superiore della costruzione: l’isolamento sismico.
  • La seconda: interviene sulla dissipazione e si attua inserendo dispositivi speciali che provvedono a dissipare l’energia in ingresso, evitando che essa produca un danneggiamento sulla costruzione: i dissipatori sismici.

La ricerca ha portato a nuovi prodotti come le strutture in acciaio a secco, realizzabili con profili sottili.

Il processo costruttivo di un fabbricato in carpenteria metallica ci porta ad oggi a strutture più leggere, sottoposte ad azioni sismiche più contenute.

Negli ultimi anni, le costruzioni in acciaio hanno avuto un incremento notevole, garantendo un ottima risposta ai terremoti.

Ecco le strutture in acciaio residenziali, realizzate da CSM Acciaio:

strutture in acciaio residenziali strutture in acciaio residenziali strutture in acciaio residenziali

Vuoi mettere in sicurezza la tua casa oppure realizzare una casa antisismica?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here